ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni ucraine, Poroshenko per l'integrità territoriale

Lettura in corso:

Elezioni ucraine, Poroshenko per l'integrità territoriale

Dimensioni di testo Aa Aa

Il candidato alle presidenziali ucraine, Petro Poroshenko, ha reso omaggio questa domenica alle vittime di piazza Maidan.

Un ulteriore contatto con i suoi elettori per quest’uomo che sembra essere il favorito dai sondaggi dopo aver incassato il sostegno dell’ex pugile Vitaly Klitschko, venerdì scorso.

Lo stesso giorno, Poroshenko ha rilasciato alcune dichiarazioni a euronews.

Petro Poroshenko: candidato alle presidenziali:

“Siamo pronti per un compromesso con la Russia, abbiamo una semplice pre-condizione: che l’occupata Ucraina, conservi la propria integrità territoriale e la propria sovranità, l’indipendenza. Per questo le forze russe dovrebbero partire dalla Crimea e la Crimea dovrebbe restare ucraina. Se questo si verifica, siamo pronti a concedere un’importante autonomia. Siamo pronti a concedere uno status speciale a Sebastopoli e uno speciale regime fiscale per l’intera penisola”.

Mentre i militari ucraini cominciavano a partire dalla penisola la settimana scorsa, Poroshenko puntava il dito sul fatto che le famiglie dei militari, così come i tatari di Crimea potevano correre dei rischi.
Sottolineava anche la sua posizione a difesa dell’integrità territoriale dell’Ucraina.

“Non accettiamo uno scenario che preveda una federazione, non accettiamo e combatteremo un movimento separatista.
Ci batteremo per un’Ucraina che deve essere unita, potente e economicamente sostenuta. E penso che a breve avremo un risultato”

La settimana scorsa l’FMI ha annunciato un aiuto da 14 a 18 miliardi di dollari (da 10 a 13 miliardi di euro) per Kiev, di cui tre da sborsare subito per evitare il default.
In cambio, il Paese si appresta a fare riforme dolorose.

“Il pacchetto di riforme dovrebbe essere fatto su misura, di modo che i cittadini, soprattutto i più poveri non debbano pagare il prezzo più alto. Ora il pacchetto di riforme, anche se dure, sono sostenute dai cittadini, perché si tratta di una diretta, franca comunicazione con la gente”.

Soprannominato, “re del cioccolato” Petro Poroshenko ha un patrimonio stimato in 1,4 miliardi di dollari, circa un miliardo di euro, secondo Forbes. La sua società è tra le prime 20 confetterie del mondo.