ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: otto morti nella giornata delle elezioni amministrative

Lettura in corso:

Turchia: otto morti nella giornata delle elezioni amministrative

Dimensioni di testo Aa Aa

Tensioni in Turchia nella giornata elettorale: otto le persone che hanno perso la vita negli scontri avvenuti fra tribù rivali, schierate con candidati diversi, in due villaggi nel sudest del Paese. Una ventina i feriti. Più di 52 milioni i cittadini chiamati alle urne per scegliere le nuove amministrazioni locali. La tornata riguarda anche le poltrone a sindaco di Istanbul, Ankara e Smirne (le tre principali città turche) e viene vissuta come un test per l’AKP, il partito del premier Recep Tayyip Erdogan che, accompagnato dalla moglie, in mattinata si è recato al seggio a Istanbul.

“Finora nei comizi politici – ha dichiarato Erdogan dopo aver votato – ci sono stati discorsi e dichiarazioni indesiderabili. Oggi la gente avrà l’ultima parola, gli elettori si esprimeranno”.

Ha votato invece nella capitale Ankara Kemal Kilicdaroglu, leader del CHP, il partito Popolare Repubblicano che nel Paese rappresenta la principale forza d’opposizione e che spera di confermare il proprio candidato a Smirne e di sottrarre Istanbul all’AKP.

Il partito per la Giustizia e per lo Sviluppo e il premier che nelle legislative del 2011 conquistarono quasi il 50% dei consensi, da mesi sono al centro di dure polemiche: prima per la repressione della rivolta giovanile a Gezi Park, poi per lo scandalo corruzione che coinvolgerebbe direttamente il capo del governo e i suoi figli e infine per aver introdotto una legge su internet giudicata liberticida. Legge che ha permesso pochi giorni fa il blocco prima di Twitter e poi di Youtube.