ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le magie al cinema delle arti matziali indonesiane

Lettura in corso:

Le magie al cinema delle arti matziali indonesiane

Dimensioni di testo Aa Aa

Le arti marziali indonesiane erano al centro del film The Raid Redemption di Gareth Evans, incentrato sull’assalto di un gruppo di poliziotti al condominio-fortezza di un signore della droga. In Italia non è mai passato se non al Torino Film Festival 2011.

“The Raid 2” è stato ambientato appena due ore dopo la fine del primo capitolo ed amplia il set anche fuori dell’inespugnabile palazzo fortezza.

Gareth Evans, autore, regista: “Le cose del tutto indonesiane del film sono le arti marziali, la lingua e certi elementi culturali. Ma nel complesso questa è una fusione fra un film di gangster americani con un film di gangster giapponesi, centrato nelle sequenze pazze di arti marziali e cascatori coll’intenzione di amalgamare tutti questi elementi grazie alle azioni adrenaliniche degli stuntman che durano 45 minuti di pellicola, e le sequenze mozzafiato e la gestione delle violenza”.

Il ruolo protagonista è del 31enne attore indonesiano Iko Uwais che è anche stuntman, coreografo ed esperto di arti marziali.

Iko Uwais, attore: “La scena di combattimento di cui sono fiero è quella della cucina che ha preteso 192 sequenze. C‘è stata un’ ottima intesa col cameraman. Una grande intesa globale con soddisfazione di tutti”.

Dopo il debutto al Sundance Film Festival adesso “The Raid 2” è in distribuzione internazionale.