ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Espansione urbanistica sostenibile, chiave per la crescita

Lettura in corso:

Espansione urbanistica sostenibile, chiave per la crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

In Europa, il 70% della popolazione vive in città con oltre 5.000 abitanti. La tendenza a concentrarsi in grandi aree urbane aumenterà nei prossimi anni. Ma la crescita sostenibile delle città è fondamentale per lo stato di salute generale dell’economia.

“È nelle grandi città come Londra che si trova lavoro” sottolinea Martin Powell, responsabile mondiale Sviluppo Urbano per il colosso dell’ingegneria e dell’elettronica Siemens. “È molto importante per i comuni difendere l’occupazione e le industrie che mantengono queste località attraenti, pur conservando la qualità della vita. Le città si sono poste obiettivi difficili nella lotta ai cambiamenti climatici. L’espansione urbanistica è senza precedenti. Direi che le città molto grandi si stanno occupando del problema con successo. Ma quelle di medie dimensioni hanno bisogno di aiuto.”

Entro il 2025, il 10% della popolazione mondiale vivrà in sole 37 città. Quindi le grandi città devono continuare a innovare nonostante qualsiasi crisi economica.

Il sindaco di Roma, Ignazio Marino, osserva: “È evidente che bisogna far ripartire l’economia ed è quello che noi stiamo facendo investendo su progetti di rigenerazione urbana, di nuovo trasporto più eco-sostenibile, di nuove attività, anche creando dei luoghi dove i giovani possano sviluppare i loro progetti.”

“Le città” aggiunge Giorgio Orsoni, sindaco di Venezia “stanno unendosi per far sentire la loro voce e per pretendere non solo di essere destinatarie di finanziamenti, di risorse, ma anche di essere partecipi nel momento della decisione.”

Il 50% del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, ovvero circa 96 miliardi di euro, è stato stanziato per le città da qui al 2020 e serve per progetti infrastrutturali come quello di Gdynia, in Polonia, che ha fatto risorgere i filobus per offrire ai cittadini un trasporto pubblico ecologico e sostenibile. Il nuovo sistema di trasporti ha consentito di ridurre i consumi di energia e le emissioni di anidride carbonica.

Polarizzazione sociale, povertà e disoccupazione sono i problemi legati alla crescita delle metropoli. Ma forse è ora che le nostre città diventino quei centri innovativi per lo sviluppo economico di cui abbiamo bisogno.