ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crimea: i russi conquistano l'ultima base

Lettura in corso:

Crimea: i russi conquistano l'ultima base

Dimensioni di testo Aa Aa

Le truppe russe hanno dato l’assalto alla base aerea di Belbek, in Crimea, dove le forze ucraine avevano rifiutato di lasciare il campo.
Scaduto l’ultimatum, i russi hanno sfondato il cancello e sono entrati nella base, ne è nata una scaramuccia nella quale è rimasto ferito un soldato ucraino.
Gli ultimi soldati rimasti si sono trincerati con il comandante in un edificio, e dopo un paio d’ore di resistenza l’ufficiale ucraino ha iniziato a trattare la resa.

Già alla vigilia buona parte della guarnigione aveva preparato i bagagli, sapendo che una resistenza a oltranza non avrebbe avuto nessuna possibilità di successo. Al termine degli scontri, e una volta accettata la resa, i soldati rimasti hanno cantato per l’ultima volta l’inno ucraino e sono usciti. Nel cortile della base stazionano ora i blindati russi, mentre la sicurezza esterna è gestita da milizie cosacche.

Qualche ora prima erano stati circa 200 militanti filo-russi disarmati a prendere d’assalto un’altra base, quella di Novofederovka, sempre in Crimea.

E in giornata si sono svolti i funerali, congiunti, dei due morti di martedì: un militare ucraino e un cosacco filo-russo. Entrambi uccisi, secondo un portavoce militare russo, da un cecchino.