ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, in manette il capo della società petrolifera nazionale

Lettura in corso:

Ucraina, in manette il capo della società petrolifera nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

La polizia ucraina ha arrestato l’amministratore delegato della società energetica statale Naftogaz, Ievghen Bakulin, che dovrà rispondere di corruzione. L’arresto si inquadra in una vasta operazione che il nuovo governo di Kiev ha definito “anticorruzione”.

Secondo l’accusa, l’operato di Bakulin ai vertici di Naftogaz avrebbe causato all’azienda pubblica un danno di circa quattro milioni di dollari.

Oltre ad arrestare Bakulin, la polizia ha anche perquisito l’abitazione di Edouard Stavitski, ministro dell’Energia nel governo defenestrato dopo la rivolta di Piazza Maidan.

Cinquatasette anni, Bakulin è alla testa dell’impresa energetica nazionale dal 2010 grazie ai suoi stretti legami con l’ex presidente Yanukovich.

Naftogaz è la società pubblica che garantisce il transito del gas russo che Gazprom indirizza ai paesi europei. Bakulin l’ha guidata a due riprese: venne rimosso dal suo incarico con l’arrivo al potere di Yulia Tymoshenko, acerrima nemica di Yanukovich.