ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Rasmussen (Nato): "Referendum illegale mina la pace"

Lettura in corso:

Ucraina, Rasmussen (Nato): "Referendum illegale mina la pace"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il conflitto tra Russia e Ucraina per la Crimea è stato al centro della seduta del Consiglio di sicurezza dell’Onu.

Nella comunità internazionale, dopo il plebiscito di domenica è aumentata la tensione, con il presidente statunitense Obama che annuncia nuove iniziative (ma esclude interventi armati), e il rappresentante di Mosca che, all’opposto, celebra la novità.

“Quello di ieri è stato un evento storico. Il ritorno della Crimea all’unione con la Russia è qualcosa che i due popoli aspettavano da sessanta anni. Sono state usate le leggi internazionali e le procedure democratiche, senza pressioni esterne, ma passando per un referendum, e così il popolo della Crimea ha esercitato il proprio diritto all’autodeterminazione, che è scolpito nella Carta delle Nazioni Unite”.

Netta e diretta la replica dal versante occidentale. Il segretario generale della Nato Rasmussen:

“L’annessione della Crimea grazie a un cosiddetto referendum illegale e illegittimo, svoltosi sotto minaccia armata mina alle basi tutti gli sforzi per cercare una vera e stabile soluzione pacifica”.

Le basi militari ucraine in Crimea cadono una dopo l’altra. Kiev chiede aiuto alla Nato e fa appello all’Onu, chiedendo di demilitarizzare la penisola.