ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama avverte la Russia: pronte nuove sanzioni economiche

Lettura in corso:

Obama avverte la Russia: pronte nuove sanzioni economiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Russi e americani sono nel pieno di una partita di ping pong in cui la pallina è la Crimea.

Anche oggi raffica di mosse e contro mosse. Poco dopo la ratifica parlamentare a Mosca del sì all’ingresso della Crimea nella Federazione russa, ecco la presa di posizione del presidente degli Stati uniti Barack Obama, che ha parlato dal Prato sud della Casa bianca:

“La Russia deve sapere che un’ulteriore escalation servirà solo a isolarla ancor di più dalla comunità internazionale – ha detto Obama – Nel XXI secolo, i principi di base che regolano i rapporti tra le nazioni in Europa e in tutto il mondo devono essere rispettati. Ciò include la sovranità e l’integrità territoriale. Non è accettabile l’idea che le nazioni possano ridisegnare i confini prendendo decisioni a spese dei loro vicini semplicemente perché sono più grandi o più potenti.

Putin deve capire che gli ucraini non devono scegliere tra l’Occidente e la Russia – ha proseguito il presidente degli Stati uniti – Auspichiamo che il popolo ucraino possa autodeterminare il proprio destino, avendo buone relazioni con gli Stati uniti, con l’Europa con la Russia o con chiunque essi vogliano”

Obama ha ventilato nuove sanzioni che potranno colpire non solo personalità, ma anche interi settori dell’economia russa. In qual caso difficile non presupporre che la Russia non risponda con un’azione uguale e contraria.