ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La sicurezza conta

Lettura in corso:

La sicurezza conta

Dimensioni di testo Aa Aa

L’accento è sulla robotica e soprattutto sulla sicurezza in questa edizione del CeBit, la fiera internazionale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione di Hannover, in Germania.

Frutto di un progetto di ricerca svizzero-tedesco, Roboy è concepito per integrare i programmi di addestramento di medici e scienziati.

Charlie, invece, destinato all’esplorazione spaziale, si muove agevolmente sui terreni irregolari.

Daniel Kuehn, responsabile del progetto Istruct presso il German Research Centre for Artificial Intelligence: “Nei piedi del robot abbiamo inserito più di 60 sensori capaci di processare i dati, in modo tale che i risultati possano essere inviati al computer centrale. La spina dorsale è flessibile e si muove in tutte le direzioni, con la stessa ampiezza di una colonna vertebrale umana”.

Il robot è alto settanta centimetri e può camminare su due gambe o su quattro, raggiungendo una velocità massima di 40 centimetri al secondo.

Nell’ambito della protezione dei dati personali, diverse aziende propongono soluzioni per rendere più sicure le comunicazioni attraverso telefoni cellulari.

Secure Call è un’applicazione che, secondo la Vodafone britannica e la società tedesca Secursmat, dovrebbe garantire l’inviolabilità delle informazioni scambiate. In pratica, i dati vengono criptati su un cellulare e decriptati sull’altro, restando impenetrabili ai tentativi di hakeraggio.

Al criptaggio, questa volta visivo, ricorre anche l’azienda britannica Tento Technologies. L’utente si identifica sovrapponendo allo schermo una tessera che genera una password.

Howard Yates, managing director Tento Technologies: “E’ un sistema che divide l’immagine in due: una è stampata sulla tessera, l’altra è sullo schermo del computer”.
 
Bundesdruckerei, azienda che produce banconote e francobolli per il governo tedesco, ha presentato un sistema per il controllo dell’identità agli aereoporti. Si chiama Full ID e promette di accelerare i tempi, automatizzando la procedura.