ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Germania corre ma lo spettro della deflazione si aggira per l'Eurozona

Lettura in corso:

La Germania corre ma lo spettro della deflazione si aggira per l'Eurozona

Dimensioni di testo Aa Aa

La più grande economia della zona euro ha mostrato i muscoli a gennaio. Le esportazioni tedesche sono cresciute oltre le attese, ma – per la gioia della Commissione europea – anche le importazioni, andando a ridurre uno squilibrio che cominciava a minare le relazioni tra Berlino e Bruxelles.

A poche centinaia di chilometri di distanza – anni luce dal punto di vista economico – la Slovacchia è l’ultimo Paese dell’Eurozona a osservare un calo dei prezzi. Chissà cosa ne pensa la Banca centrale europea, che aveva negato dinamiche deflattive in stile Giappone.

All’ex impero del sol levante sono serviti tempo e ingenti stimoli economici per uscire dalla stagnazione. Ora Tokyo combatte per riportare l’inflazione al 2%, ma le misure potrebbero anche colpire il potere di acquisto delle persone. Per questo, il primo ministro del Giappone ha chiesto alle aziende di fare la loro parte.

In Cina alcune compagnie stanno per scoprire il lato oscuro del libero mercato. Dopo il primo storico default su un’obbligazione corporate, Pechino ha fatto capire che non interverrà più con i salvataggi come fatto in passato.

Le principali notizie economiche della settimana in quest’ultima edizione di Business Weekly.