ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crimea: Paesi Est Europa preoccupati da crisi, Steinmeier "sanzioni ultima scelta"

Lettura in corso:

Crimea: Paesi Est Europa preoccupati da crisi, Steinmeier "sanzioni ultima scelta"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Europa dell’Est guarda con preoccupazione agli sviluppi della crisi ucraina. La politica aggressiva di Mosca è stata al centro dell’incontro dei ministri degli Esteri del gruppo Visegrad – composto da Ungheria, Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca – con il collega tedesco, Frank-Walter Steinmeier.

Berlino ha garantito che l’Unione europea non starà a guardare se Mosca non cambierà posizione sulla Crimea.

“Se insisteranno sulla strada del referendum, allora non abbiamo altra scelta – ha chiarito Steinmeier – dobbiamo e decideremo di imporre sanzioni alla Russia”.

Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia sentono l’urgenza di ridurre la loro dipendenza di gas da Mosca e hanno annunciato di aver chiesto agli Stati Uniti il via libera per esportare gas nel Vecchio Continente.

“I cinque ministri degli Esteri non hanno dato risposte concrete riguardo a possibili sanzioni contro la Russia – conclude la corrispondente di euronews a Budapest, Andrea Hajagos – Hanno rinviato ogni decisione a dopo il referendum sulla secessione della Crimea, lunedì prossimo a Berlino”.