ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Shell riduce del 20% gli investimenti nello scisto Usa


società

Shell riduce del 20% gli investimenti nello scisto Usa

Estrarre un profitto dallo scisto non è cosa semplice. Lo sa bene Royal Dutch Shell, che ha appena annunciato una riduzione di un quinto dei suoi investimenti per l’esplorazione e la produzione in Nord America.

L’esplosione della nuova risorsa ha visto il trionfo di piccole aziende energetiche rispetto ai colossi come British Petroleum ed Exxon Mobil (più lenti nel realizzarne le potenzialità).

Il gigante anglo-olandese, già impegnato nella vendita di oltre 700mila acri di terreni estrattivi, non ha escluso nuove dismissioni in futuro.

Delusi, però, gli analisti, che si aspettavano un programma di ristrutturazione del portafoglio attività ben più aggressivo.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Germania, avanzano le rinnovabili. E.ON venderà le sue centrali