ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: vogliamo prove concrete dalla Russia sull'Ucraina

Lettura in corso:

Usa: vogliamo prove concrete dalla Russia sull'Ucraina

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Usa vogliono prove concrete sull’impegno della Russia a favore delle proposte diplomatiche statunitensi per risollevare la questione ucraina. E’ la risposta del Dipartimento di Stato americano alle dichiarazione del ministro degli esteri russo.

Lavrov, a colloquio con il presidente Vladimir Putin a Sochi, ha reso noto che Mosca ha elaborato delle proposte per la situazione ucraina. Lavrov aveva però precisato che le proposte americane “non soddisfano” Mosca perché partono dal presupposto di un presunto conflitto tra Mosca e Kiev.

Il ministro degli esteri ha precisato che il Consiglio di Sicurezza russo ha preparato una serie di proposte mirate a riportare la questione ucraina a livello legislativo, nel quadro del diritto internazionale e nel rispetto degli interessi di tutti gli ucraiani.

Washington ha fatto sapere che l’incontro a Mosca declinato lunedì dal Segretario di Stato John Kerry, potrebbe tenersi questa settimana, mentre sui cieli di Polonia e Romania voleranno aerei Nato.

xxxxxxxxxxxxxxxxxx PRIMA VERSIONE XXXXXXXXXXXXXX
TITOLO: La Russia ha delle proposte per la questione ucraina, così il ministro degli esteri Lavrov
xxxxxxxx

La Russia ha elaborato delle proposte per la situazione ucraina. Lo ha dichiarato il ministro degli esteri Serguei Lavrov dopo un incontro con il Presidente Vladimir Putin a Sochi. Lavrov ha precisato che le proposte americane “non soddisfano” Mosca perché partono dal presupposto di un presunto conflitto tra Mosca e Kiev.

Gli occidentali, Usa e Germania in testa, hanno spinto per la creazione di un gruppo di contatto per facilitare il dialogo tra Mosca e Kiev. Ma Lavrov ha dichiarato che la Russia non si limita a “ricevere passivamente proposte dei colleghi”.

Il ministro degli esteri ha spiegato che il Consiglio di Sicurezza russo ha preparato una serie di proposte mirate a riportare la questione ucraina a livello legislativo, nel quadro del diritto internazionale e nel rispetto degli interessi di tutti gli ucraiani.

Lavrov ha anche precisato di aver invitato il segretario di Stato americano a Mosca questo lunedì, ma John Kerry ha declinato l’invito preferendo posticipare.