ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il ritratto della Grande Guerra.

Lettura in corso:

Il ritratto della Grande Guerra.

Dimensioni di testo Aa Aa

Ecco le teste coronate d’Europa che si ritrovano faccia a faccia nelle sale britanniche della londinese National Portrait Gallery incluse in una mostra che evoca i grandi ritratti della prima guerra mondiale. Re Giorgio d’Inghilterra, il Kaiser sono solo alcuni dei grandi contendenti.

Una sfilata di sculture, fotografie e tele giunte da gallerie e collezioni private ma anche da musei pubblici d’Europa per ridare un volto ai potenti che innescarono il massacro del primo conflitto mondiale.

Sandy Nairne, Direttore della National Portrait Gallery:
“Naturalmente il senso di tutto questo evoca il dominio delle teste coronate d’Europa che abbiamo cercato di radunare con una serie di ritratti interessanti, fra cui quello bellissimo dell’arciduca Ferdinando. D’altro canto c‘è anche la patetica figura del suo assassino, cio’ da la misura delle scelte operate in questo orribile periodo di distruzione e morte”.

Non mancano i reperti cinematografici come il documentario sulla battaglia della Somme filmata da Geoffrey Malins e John McDowell’s. Si tratta di un’opera che rientra nel patrimonio dell’Unesco appartenendo al britannico Imperial War Museums.

Ufficiali e truppa, poeti e infermiere come tutto il resto dell’umanità che affronto’ la grande tragedia sono presenti in mostra.

Paul Moorhouse, commissario della mostra:
“Questa mostra è prima di tutto relativa alla gente e al senso dell’esperienza umana attraversata. Risponde alle domande cosa ha significato per coloro che furono coinvolti in tutto questo? Cosa hanno visto? Cosa hanno percepito? Cosa credevano? Cosa gli è capitato? Quale è stato il loro destino? Le loro storie?”

La mostra “La Grande Guerra nei ritratti” è aperta fino al 15 giugno di quest’anno.