ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fifa: niente slogan sulle maglie, sì al velo in campo

Lettura in corso:

Fifa: niente slogan sulle maglie, sì al velo in campo

Dimensioni di testo Aa Aa

Importanti decisioni sono state prese sabato a Zurigo, dall’International Football Association Board (Ifab), l’istituzione che regola il gioco del calcio. Tra queste, la modifica della norma numero 4, secondo la quale a partire dal primo giugno, nessun calciatore potrà esibire slogan, messaggi o immagini sulle maglie indossate sotto la divisa.

‘‘Sarebbe troppo difficile esaminare ogni scritta, così le abbiamo vietate tutte’‘, ha spiegato il segretario generale della Fifa, Jerome Valcke: “E’ meglio dire subito ‘no’ e chiarire bene la situazione, piuttosto che dire ‘magari sì, pero’ dipende da cos‘è esattamente e se non va bene, sarai sanzionato’. E’ complicato analizzare ogni singolo caso”.

A Zurigo l’Ifab ha confermato anche la ‘tripla sanzione’: in caso di fallo da ultimo uomo in area, oltre ad assegnare il calcio di rigore, il giocatore viene espulso e quindi squalificato per almeno una gara.

E’ stata inoltre bocciata la proposta di utilizzo della moviola nei prossimi Mondiali brasiliani. Neanche il quarto uomo avrà un monitor a bordo campo e l’unica tecnologia ammessa sarà quella contro i gol fantasma.

Infine l’istituzione ha deciso di autorizzare l’uso del turbante per gli uomini e del velo islamico per le donne, purchè siano dello stesso colore delle divise. Fino al 2012 la copertura della testa era vietata per motivi di sicurezza. Dopo un periodo sperimentale di due anni, è arrivato finalmente il via libera.