ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: Navalny, blogger anti-Putin, ai domiciliari

Lettura in corso:

Russia: Navalny, blogger anti-Putin, ai domiciliari

Dimensioni di testo Aa Aa

Un tribunale di Mosca ha condannato uno dei più fieri avversari di Vladimir Putin, Alexei Navalny, agli arresti domiciliari fino al 28 aprile, per aver violato il divieto di lasciare la capitale nell’ambito di un’inchiesta per truffa ai danni della compagnia di cosmetici Yves Rocher.

Navalny, che non potrà usare telefono e internet, ha detto di essere vittima di una “persecuzione”, “che mira a interrompere la sua lotta contro un sistema corrotto”. Al momento del verdetto erano presenti anche due delle Pussy Riot., Maria Aliokhina e Nadia Tolokonnikova.

Il blogger era stato fermato il 26 febbraio e già condannato a sette giorni di prigione, per aver partecipato ad una manifestazione non autorizzata a favore di alcuni militanti dell’opposizione.

Nella vicenda Yves Rocher rischia, insieme al fratello Oleg, fino a 10 anni di lavori forzati per aver sottratto alla filiale russa della compagnia francese una cifra pari a 590mila euro e altri 90mila euro a una seconda impresa.

Su di lui pende, inoltre, una precedente condanna in primo grado a cinque anni per malversazione.