ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Resta aperto lo scalo di Sinferopoli: "in Ucraina finito il periodo del terrore"

Lettura in corso:

Resta aperto lo scalo di Sinferopoli: "in Ucraina finito il periodo del terrore"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’aeroporto di Sinferopoli in Crimea, presidiato da uomini armati, continua a operare regolarmente.

Un volo proveniente dalla Turchia è tornato indietro, ma tutti gli altri passeggeri hanno potuto svolgere le pratiche di imbarco per i primi voli della giornata.

“Io non ho paura di nulla – dice un passeggero diretto in Turchia – Perché dovrei avere paura di queste persone armate? Prima avevamo tanta paura. Ma il periodo di terrore in Ucraina ora è finito”.

“Non ho paura. Non credo ci saranno delle azioni militari – sostiene una giovane abitante di Sinferopoli – Almeno lo spero”.

“In tempo di pace, in un Paese normale, sarebbe inammissibile vedere persone armate presidiare edifici civili – aggiunge un pendolare – Ma questo spiega ciò che sta accadendo in Ucraina. Non ho paura, va tutto bene”.

Kalashnikov in mano, un commando pattuglia l’esterno dello scalo per impedire – dicono – eventuali assalti di nazionalisti ucraini.

“La posta in gioco è molto più alta rispetto a quello che sta giocando in Crimea – conclude il corrispondente di euronews, Sergio Cantone – Il separatismo è la carta forte che potrebbe essere utilizzata per fare pressione sul nuovo governo di Kiev che non sembra essere riconosciuto da Mosca”.