ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Merkel gela i britannici sulle riforme europee

Lettura in corso:

Merkel gela i britannici sulle riforme europee

Dimensioni di testo Aa Aa

La Germania non offre sponde alla Gran Bretagna sulla riforma delle istituzioni europee.

Angela Merkel è stata accolta con tutti gli onori dal premier britannico David Cameron, ma, come già il presidente francese prima di lei, esclude un cambio delle regole europee nel senso che Londra auspicherebbe.

Il discorso della cancelliera, comunque, è prudente:

“Se si vuole che la Gran Bretagna resti in Europa, ed questo anche il mio desiderio, e se, nello stesso tempo, si vuole un’Unione europea competitiva e in crescita, allora occorre trovare soluzioni comuni “.

Non è esattamente quanto i britannici – che hanno scelto di restare fuori dalla zona euro e chiedono maggiore elasticità nell’adesione ai trattati comunitari – speravano di sentire.

Merkel è stata ancora più esplicita parlando alle camere riunite:

“Alcuni si aspettano che il mio
discorso apra la strada per una riforma dell’architettura europea che soddisfi tutti i presunti o effettivi desideri britannici. Temo che rimarranno delusi”.

In ballo c‘è la ventilata minaccia da parte del governo di Londra di indire un referendum per l’uscita del Paese dall’Unione.

Invitata per un thè dalla sovrana britannica, per ora la regina d’Europa non pare preoccuparsene troppo.