ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nato-Russia, vento di crisi sulla Crimea

Lettura in corso:

Nato-Russia, vento di crisi sulla Crimea

Dimensioni di testo Aa Aa

La situazione in Crimea preoccupa i ministri degli esteri dei paesi Nato riuniti a Bruxelles per il secondo giorno di riunione. L’assalto ai palazzi di Sinferopoli e l’appoggio ormai evidente di Putin a Yanukovich per il Segretario Generale Anders Rasmussen sono azioni imprudenti in un momento così delicato.

Sono estremamente preoccupato dai recenti sviluppi in Crimea Le azioni di questa mattina a opera di un gruppo armato sono irresponsabili e pericolose. Chiedo alla Russia di non intraprendere nessuna azione che possa accrescere tensioni o creare fraintendimenti”.

Se da Mosca arrivano i primi malumori sulla riunione in corso a Bruxelles, il presidente della missione ucraina alla Nato Ihor Dholov ribadisce l’importanza del supporto occidentale al paese in questo momento:“E’ un segnale importante per noi sapere che i Paesi della Nato supportino la sovranità, l’integrazione nazionale e l’inviolabilità dei confini ucraini”.

Dalla Nato i ministri della difesa occidentali smentiscono di avere pronto un piano d’azione in caso di un intervento militare russo in Crimea. La regione, intanto, avrebbe fissato per il 25 maggio un referendum per l’indipendenza da Kiev.