ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Leopoli in Ucraina occidentale, per un giorno il russo è la lingua ufficiale

Lettura in corso:

A Leopoli in Ucraina occidentale, per un giorno il russo è la lingua ufficiale

Dimensioni di testo Aa Aa

Questo mercoledì a Leopoli, culla del nazionalismo ucraino, si parlava russo. La decisione, che più che una provocazione sembra un tentativo di riavvicinare russofoni e ucrainofoni nel paese, dopo che il parlamento ha deciso di abrogare una controversa legge, varata nel giugno 2012. Secondo questa legge se il 10% della popolazione di una regione avesse parlato una lingua specifica, essa sarebbe diventata ufficiale. Un escamotage per ufficializzare il russo.

Da qui il moltiplicarsi di idiomi ufficiali in un Paese con importanti minoranze ungheresi e rumene.

“Posso benissimo parlare russo seppur con un accento”, dice il sindaco di Leopoli. “È il momento per questa iniziativa. Bisogna seminare un terreno fertile e non l’asfalto coperto di sangue”.

Un tentativo di lanciare un messaggio di una città, Leopoli, aperta alle differenze, ma soprattutto di placare gli animi in un Paese ancora diviso fra russofoni e ucrainofoni.

Alberto de Filippis