ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, ''Yanukovich Leaks": le verità gettate nel lago

Lettura in corso:

Ucraina, ''Yanukovich Leaks": le verità gettate nel lago

Dimensioni di testo Aa Aa

200 faldoni, quasi 20.000 pagine complessive: è questa la mole di documenti di Viktor Ianukovich al vaglio di un team giornalisti investigativi che li fotografano, studiano e catalogano.

Carte che l’ex premier ucraino aveva tentato di distruggere gettandole nel lago privato della sua residenza venerdì sera prima della fuga da Kiev. Pagine che hanno recuperato sommozzatori e volontari come spiega la giornalista Lesya Ivanova: “Una parte di questi documenti galleggiava ed è stata raccolta proprio sulla superficie dell’acqua del lago” – spiega questa giornalista – un’altra parte, invece, è stata presa dai subacquei. Abbiamo dovuto immediatamente asciugare queste carte in modo tale da non perdere le informazioni.”

Dossier sui personaggi scomodi, liste di giornalisti critici ma anche documenti che rivelano una “contabilità nascosta” dell’ex premier e tracce dei trasferimenti di denaro dai suoi sponsor.

“Si tratta di documenti molto preziosi,’‘ spiega il giornalista Oleksandr Akymenko, ‘‘che potrebbero contribuire a dimostrare episodi di corruzione che hanno coinvolto Viktor Yanukovich in persona, la sua cerchia e i suoi stretti collaboratori.”

Questo team di cronisti scandaglia ogni angolo della residenza presidenziale di Mezhihirya, a una quindicina di chilometri da Kiev. I documenti, che svelano i retroscena segreti della vita di Yanukovich, sono pubblicati in rete, a disposizione dell’opinione pubblica.