ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, integrità a rischio: i filorussi manifestano davanti al parlamento di Crimea

Lettura in corso:

Ucraina, integrità a rischio: i filorussi manifestano davanti al parlamento di Crimea

Dimensioni di testo Aa Aa

L’integrità territoriale dell’Ucraina potrebbe essere a rischio. La Crimea, Repubblica autonoma controllata dal governo di Kiev, resta strategica per il Cremlino. Sebastopoli è ancora per la flotta russa del Mar Nero una base principale. A Simferopol i sostenitori del ‘‘Fronte Crimea’‘ filorusso hanno manifestato davanti al parlamento chiedendo una “risposta forte” agli sviluppi politici in corso a Kiev.

“La Russia non sta cercando con le maniere forti di influenzare la situazione’‘, assicura al microfono di euronews Sergey Aksionov, deputato russo della Crimea e leader del partito ‘Russia Unita’. ‘‘Mosca non vuole violare la sovranità dell’Ucraina e non porta avanti nessuna rivendicazione territoriale, allo stesso tempo è pronta ad aiutare i suoi compatrioti in difficoltà.”

A esprimere preoccupazione è uno gruppi etnici più importanti in Crimea, quello dei tatari, che guarda con favore al nuovo governo di Kiev.

“Molti russi si stabilirono qui dopo la deportazione staliniana dei tatari di Crimea e sentono di appartenere ancora alla Russia non solo etnicamente ma anche spiritualmente’‘, spiega a euronews Refat Chubarov, che fa parte della comunità tatara. ‘‘È per questo che vogliono entrare a far parte della Federazione Russa.’‘

In Crimea, sullo sfondo delle divisioni tra la maggioranza di etnia russa e la minoranza tatara, si gioca una partita geopolitica importante per salvaguardare l’unità dell’Ucraina.