ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nato, l'ingresso dell'Ucraina non è un tabù

Lettura in corso:

Nato, l'ingresso dell'Ucraina non è un tabù

Dimensioni di testo Aa Aa

La crisi ucraina riporta a galla le vecchie divisioni tra Est ed Ovest in un crescendo di tensioni da guerra fredda.

A Bruxelles la Nato osserva con attenzione le esercitazioni militari ordinate da Putin ai confini con l’Ucraina, la cui crisi politica occupa l’intera l’agenda della due giorni di riunione dei ministri della difesa.

Per il Segretario Generale Anders Rasmussen la membership di Kiev alla Nato resta una possibilità comcreta, anche se futura.“Abbiamo deciso già nel 2008, in occasione del Summit di Bucarest, che l’Ucraina sarebbe diventata membro della Nato” ha affermato Rasmussen in conferenza stampa” Al momento, però, credo che le priorità siano altre”.

L’avvicinamento di Kiev alla Nato non è una novità. Se l’ex presidente Victor Yanukovich ha mantenuto un profilo basso sulla questione, non manifestando ufficialmente la volontà di entrare a far parte dell’Organizzazione, è pur vero che l’Ucraina ha comunque preso parte a diverse esercitazioni e altre operazioni sponsorizzate Nato.
Con il cambio ai vertici politici e la caduta dello stesso Yanukovich, interprete delle preoccupazioni russe, i tempi dell’ingresso di Kiev nella Nato potrebbero accelerare.