ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: a migliaia ancora in piazza, perché?

Lettura in corso:

Ucraina: a migliaia ancora in piazza, perché?

Dimensioni di testo Aa Aa

La corrispondente di euronews, Maria Korenyuk, è tornata a Maidan: le barricate sono ancora lì e la gente non se ne è andata. Che attendono?

MK:
“In questo momento c‘è moltissima gente nelle vie del centro di Kiev… Anche quelli che non avevano partecipato alle proteste vengono qui per omaggiare le vittime della protesta. Portano fiori, o danno qualche contributo economico alle famiglie dei morti e dei feiriti di Maidan. Ma ci sono anche quelli che per tre mesi hanno combattuto per i loro diritti, finora non hanno avuto fretta di tornare a casa, anche dopo la tanto agognata vittoria. Nessuna fretta di smantellare le barricate, il sit-in continua come prima.”
“Buongiorno, scusi… anche dopo la caduta di Yanukovich siete ancora qui, in via Grushevsky. Fino a quando pensa di restare? “

Una anziana signora:
“Sono qui perché ci hanno sempre imbrogliati, io ho visto anche la rivoluzione arancione. Personalmente sono con i ragazzi qui, ma non mi piacciono più i politici, mi piacio solo la mia povera gente. Nel Parlamento vogliamo quelli che erano qui, c‘è un sacco di gente saggia che non era coinvolta nella politica prima, degli economisti…”

Un uomo, sulla cinquantina:
“Dobbiamo restare qui fino all’elezione di un nuovo Presidente, e fino alla formazione di un governo del popolo.”

“Ma le elezioni presidenziali sono state fissate al 25 maggio, pensa che la gente debba restare qui fino a quel giorno?”

“Certo”

“E per quanta riguarda il governo, che ne pensa? Chi dovrebbe farne parte? Gente nuova?”

“Bisogna togliere tutti quelli, perché tutti i politici di prima sono bruciati.”

MK:
“Un nuovo governo per il Paese, come dicono in Parlamento, verrà formato entro il prossimo fine settimana. Nello stesso tempo, il Partito delle Regioni ha già detto che non chiederà alcun ruolo nel nuovo esecutivo.”