ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

The Corner: Barça e Atletico k.o., festeggia il Real. Il Bayern continua a volare

Lettura in corso:

The Corner: Barça e Atletico k.o., festeggia il Real. Il Bayern continua a volare

Dimensioni di testo Aa Aa

Ben ritrovati a “The Corner”, il nostro appuntamento settimanale con il calcio europeo.

Liga

Iniziamo la settima puntata con la Liga, dove ancora una volta sono cambiate le carte in tavola. Con il successo del Real Madrid sabato pomeriggio, il Barcellona sapeva di non poter commettere passi falsi. Ma a San Sebastian, Martino opta per il turnover e paga la scelta azzardata. Inutile la rete di Messi, la Real Sociedad si impone per 3-1, condannando i catalani, che hanno già perso 10 punti in 8 incontri, da inizio anno.

Stessa sorte per l’Atletico Madrid, ancora spento, rispetto a quello in vetta alla Liga tre settimane fa. I colchoneros cadono a Pamplona, contro un eccezionale Osasuna, in grado di chiudere il match già nel primo tempo. Un 3-0 pesante, che vale la seconda sconfitta in tre giornate per la squadra di Simeone e che consegna di fatto le chiavi del campionato ai cugini del Real.

I blancos si ritrovano infatti in testa, in solitaria, per la prima volta in questa stagione. Domenica gli uomini di Ancelotti sono chiamati alla prova del nove, al Vicente Calderon, per il derby madrileno piu’ atteso degli ultimi anni.

Bundesliga

Chi puo’ dormire sonni tranquilli è invece il Bayern Monaco, che trova il 14esimo successo consecutivo in Bundesliga, il sesto senza subire gol. La corazzata di Guardiola espugna l’HDI-Arena di Hannover. Andiamo a vederlo insieme.

Dopo il successo in Champions League contro l’Arsenal, i bavaresi tornano in campo con le batterie ricaricate e calano il secondo poker consecutivo in campionato.
Apre le marcature al 25esimo Muller, su assist di Rafinha. Thiago Alcantara raddoppia dieci minuti dopo, confermando il suo ottimo stato di forma. Nella ripresa tocca ancora a Muller, che firma cosi’ una doppietta e porta a quota 10 il suo bottino personale. A chiudere definitivamente i giochi, ci pensa poco dopo Mandzukic, con un colpo di testa.

Con ben 19 punti sulla seconda, il Bayern chiude virtualmente il campionato. Nulla è impossibile, ma un Leverkusen che perde a Wolfsburg e un Dortmund k.o. ad Amburgo non fanno troppa paura.

Eredivisie

L’Ajax, dopo lo scivolone inatteso con il Salisburgo in Europa League, si rifà subito in campionato. La formazione di De Boer rifila un poker salutare all’AZ Alkmaar, in uno dei classici del calcio olandese.

All’Amsterdam Arena va in scena un match a senso unico, con la squadra di Advocaat incapace di reggere la pressione dei Lancieri.
A sbloccare il risultato poco dopo il fischio iniziale è capitan De Jong. Per assistere a un altro gol, i tifosi dell’Ajax devono aspettare il secondo tempo. E la loro squadra non li delude affatto. Duarte, Kishna e ancora Duarte, firmano la condanna definitiva dell’AZ, che se ne va a testa bassa.

Danno una mano all’Ajax anche Twente e Feyenoord, che pareggiano tra loro, permettendo ai Lancieri di scappare in classifica. Sono 6 ora i punti tra la capolista e i Reds.

Süper Lig

Traferiamoci in Turchia, dove è andato in scena il derby di Istanbul, tra Galatasaray e Besiktas. Come all’andata, sono i giallorossi a uscire vincitori dalla tesa battaglia. E’ un rigore realizzato da Inan a risolvere l’incontro, permettendo a Mancini di restare ancora imbattuto alla Türk Telekom Arena.

Nella classifica di Süper Lig, i primi tre posti sono occupati dalle tre squadre di Istanbul, con il Fenerbahce in pole.

Per oggi il nostro viaggio termina qui. Ci vediamo lunedì prossimo, per un altro affondo nel calcio europeo.