ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto, Beblawi lascia: "obiettivi raggiunti"

Lettura in corso:

Egitto, Beblawi lascia: "obiettivi raggiunti"

Dimensioni di testo Aa Aa

Egitto, lascia il governo Beblawi. “Abbiamo raggiunto i nostri obiettivi” ha affermato il premier. Al Sisi potrebbe ufficializzare la sua candidatura alla presidenza.

“Lasciamo un Egitto instradato verso la democrazia” ha detto Hazem Beblawi, nel rassegnare le dimissioni assieme al suo governo.

Il premier uscente sostiene che l’esecutivo ha raggiunto i suoi scopi. Si apre la strada alla candidatura alla presidenza di Abdel Fattah el-Sisi, ministro della Difesa, che dovrà lasciare il comando delle forze armate.

Incaricato della formazione del nuovo esecutivo potrebbe essere l’ingegnere Ibrahim Mahlab, ministro dei Lavori pubblici del governo uscente.

In Egitto la mossa di Beblawi non è arrivata del tutto inattesa, secondo Gehan Lotfi, esperta di politica egiziana.

“Recentemente – ha affermato – si è assistito a un incremento del malcontento per l’azione di governo. Le dimissioni non sono una sorpresa. Ci si attendeva il cambiamento di larga parte dei ministri. Un cambiamento che doveva avvenire per via ufficiale”.

Tra i risultati vantati dal premier c‘è il ripristino dell’ordine. Ma è recente il ricordo delle numerose manifestazioni di piazza e degli attentati di gennaio alle forze dell’ordine.

Le dimissioni del governo arrivano in un momento molto delicato, aumentando la confusione sulla scena politica, già complicata dalle difficoltà economiche e dalle sfide sulla sicurezza. L’opinione pubblica si divide tra chi sostiene che fossero dovute, per motivi opposti a quelli dichiarati dal primo ministro. Ovvero che ha fallito in tutto. E chi avrebbe preferito, per contro, rimanesse in carica fino alle prossime elezioni.