ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sochi: Canada bis nell'hockey, dominio russo nella 50 km di fondo

Lettura in corso:

Sochi: Canada bis nell'hockey, dominio russo nella 50 km di fondo

Dimensioni di testo Aa Aa

Riflettori puntati sulla finale dell’hockey su ghiacchio nella giornata conclusiva dei Giochi invernali di Sochi. La vittoria è andata al Canda, che ha battuto 3-0 la Svezia e bissato il trionfo di quattro anni fa a Vancouver.

Dopo avere sfiorato più volte il vantaggio, i campioni in carica hanno sbloccato il risultato al 13’ con Jonathan Toews. Il raddoppio al 36’ è stato realizzato dal capitano Sidney Crosby, al primo gol in questa edizione dei Giochi. Chris Kunitz ha chiuso i conti al 50’ firmando la rete del definitivo 3-0.

Il Canada è la prima nazione a confermarsi campione da quando i giocatori della NHL partecipano ai Giochi invernali. E probabilmente resterà l’unica, perché ci sono buone possibilità che i giocatori della migliore lega del mondo non prendano parte ai Giochi in programma tra quattro anni in Corea del Sud.

Podio tutto russo nella 50 chilometri maschile del fondo, un’impresa mai centrata neanche in epoca sovietica. La gara, dopo un tentativo di fuga velleitario del finlandese Matti Heikkinen, si è accesa negli ultimi due chilometri.

A spuntarla è stato Alexander Legkov, che ha bruciato allo sprint per una questione di centimetri i connazionali Maxim Vylegzhanin e Ilya Chernousov. Roland Clara, il migliore degli italiani, ha tagliato il traguardo in undicesima posizione con un ritardo di 33 secondi dal vincitore.

Trionfo russo anche nel bob a 4, con l’idolo di casa Alexander Zubkov in grado di gestire al meglio nella quarta e ultima manche il vantaggio accumulato nelle tre discese precedenti.

Il team russo ha chiuso con un vantaggio di 9 centesimi sulla Lettonia e di 39 centesimi sugli Stati Uniti. Diciottesimo posto per la squadra italiana guidata da Simone Bertazzo. Con questa vittoria Zubkov centra una storica doppietta dopo avere conquistato l’oro anche nel bob a due: il russo è sesto atleta a riuscirci nella storia delle Olimpiadi invernali.

La Russia, undicesima nel medagliere finale di Vacouver, chiude al comando questa edizione dei Giochi con 33 medaglie, tra cui 13 ori, 10 in più rispetto a quattro anni fa. Si concludono senza medaglie d’oro le Olimpiadi dell’Italia, che con 2 argenti e 6 bronzi si piazza in 22esima posizione.