ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I corpi e i feriti per le strade di Kiev

Lettura in corso:

I corpi e i feriti per le strade di Kiev

Dimensioni di testo Aa Aa

I corpi delle vittime sono adagiati nelle zone intorno a piazza Maidan, dove infuriano gli scontri, nei racconti dei testimoni le scene di un vero e proprio campo di battaglia. Questo manifestante si lamenta della mancanza di mezzi per difendersi: “La polizia ha tutto per attaccare e noi invece solo questo genere di protezioni, ci sono ragazzi che ti cadono davanti agli occhi e non abbiamo il tempo di recuperare morti e feriti”. “Sono senza parole – racconta un’abitante di Kiev- spero che riusciremo a vincere, che Yanukovich si renda conto”.

La polizia antisommossa è stata munita di armi da guerra, utilizzate nel rispetto delle norme, lo affermano le autorità ucraine. Continua senza sosta la corsa dei feriti verso la cattedrale di San Michele, vicina a piazza dell’Indipendenza, dove è stato allestito un ospedale da campo.

Maria Korenyuk, euronews
“Questa cattedrale è stata trasformata in una sala operatoria. Ai giornalisti è stato chiesto di non entrare per non disturbare i medici. Il personale lamenta la scarsità di mezzi, i tavoli operatori sono solo 8 e i feriti sono tanti, cercano di inviarli negli ospedali vicini il prima possibile”.