ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"The long way": la guerra raccontata a teatro.Sul palco militari-attori

Lettura in corso:

"The long way": la guerra raccontata a teatro.Sul palco militari-attori

Dimensioni di testo Aa Aa

Racconti drammatici, emozionanati di chi la guerra in Afghanistan l’ha vissuta e combattuta davvero. Va in scena “The long way” la nuova performance prodotta dalla Compagnia del Teatro di Sidney. Sul palco un cast d’eccezione: 12 tra militari e addetti alle forze armate australiane. Esperienze di vita che lasciano un segno indelebile come racconta il caporale Tim Loch.

“Ê qualcosa di veramente difficile da dimenticare, dice il caporale Loch, perché un momento pensi che la tua carriera va in una direzione, e poi invece arriva la botta. La tua vita prende un’altra piega e tutto questo prima di riuscire ad accettarlo ed eventualmente a provare a cambiare.”

Nel 2010 quattro soldati australiani persero la vita in Afghanistan, il loro elicottero si schiantò a Kandahar. Uno dei sopravvissuti recita e racconta il percorso che sta ancora seguendo per uscire dallo shock.

“Ho pensato che sarebbe stato giusto raccontare al pubblico quello che era successo al nostro personale, racconta il soldato Gary Wilson. La gente deve sapere. Purtroppo la lista delle vittime è lunga, ma oltre ai caduti ci sono anche molti ragazzi che sono rimasti feriti sia mentalmente che fisicamente.”

Un’esperienza forte per gli attori e un messaggio importante per il pubblico: teatro come terapia ma anche come fonte di conoscenza.

“Nel cast abbiamo anche militari che soffrono ancora di problemi psicologici per le ferite fisiche e lesioni riportate, aggiunge il brigadiere Alison Creagh. E aiutarli è molto importante per noi.”

L’esercito australiano continua a prendersi cura dei soldati ancora vulnerabili. E non sono pochi.

“The Long Way” sarà in tour in tutta l’Australia fino al 12 Aprile.