ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri in Ucraina, sotto pressione la valuta

Lettura in corso:

Scontri in Ucraina, sotto pressione la valuta

Dimensioni di testo Aa Aa

I violenti scontri di piazza a Kiev e il riacuirsi delle tensioni politiche in Ucraina riaccendono le tensioni sui mercati. Inutile la notizia dell’arrivo questa settimana di una nuova tranche da quasi un miliardo e mezzo di euro degli 11 totali di aiuti promessi da Mosca.

Le pressioni sulla valuta nazionale erano cominciate a novembre, in concomitanza con l’inizio delle proteste. Dopo aver resistito per tutta la prima parte della seduta, martedì pomeriggio ha aggiornato i minimi da cinque anni, con il cambio che punta verso le 9 grivnie per dollaro.

Una situazione che, però, non sembra preoccupare più di tanti gli analisti. Dopo aver speso circa l’8% delle sue riserve di valuta straniera per sostenere la moneta, a inizio febbraio la banca centrale ucraina ha deciso di introdurre una stretta nei movimenti di capitali.

Gli importatori hanno potuto ricominciare ad acquistare dollari americani solo la settimana scorsa, ma gli alti tassi imposti sui prestiti in moneta locale hanno contribuito a limitare la domanda di banconote verdi.