ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Appuntamento con l'antenato al Museo di Storia Naturale di Londra

Lettura in corso:

Appuntamento con l'antenato al Museo di Storia Naturale di Londra

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti i reperti piu’ antichi, i fossili di Gran Bretagna, databili fino a un milione di anni fa, sono in mostra al Museo di Storia Naturale di Londra. Rispondono alla domanda: come vivevano i nostri antenati? Il percorso include anche l’uomo di Neanderthal e l’ homo sapiens.

Chris Stringer, ricercatore al Museo di Londra:
“Se torniamo indietro agli inizi di 900,000 mila anni fa, la Gran Bretagna era un posto ben diverso da com‘è. All’epoca faceva abbastanza caldo per consentire la presenza degli elefanti, i rinoceronti che si bagnavano nelle acque del Tamigi e, in altre epoche, quando giunse l’homo sapiens faceva già molto piu’ freddo. Cosi’ i mammuth si adattarono alle nevi. La Gran Beratgna passo’ da un estremo all’altro”.

Nelle sale del museo si passano in rivista scheletri fossili e i primi monumenti funebri di migliaia di anni fa.

Uno dei segreti maggiori investe l’analisi che si fa degli ossari. I luoghi degli scavi di resti umani si trovano nell’Inghilterra occidentale ma anche nel South East e nel Kent. Alcuni ossari indicano chiaramente atti di cannibalismo.

Simon Parfitt, ricercatore, University College di Londra: “ Credo che la pratica fosse legata ai rituali. Abbiamo scoperto inoltre che i cranei venivano lavorati in modo diverso, diventavano delle coppe. Non c’erano segni di denti in nessuna delle ossa del volto o sulla mascella, quindi la testa veniva trattata in modo diverso, faceva parte del rituale. Cosi’ invece di inumare i loro morti le pratiche erano queste”.

Appena inaugurata al Museo di Storia Naturale di Londra la mostra “Un milione di anni di storia umana” resta aperta fino al 28 settembre.