ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Appuntamento con l'antenato al Museo di Storia Naturale di Londra

Lettura in corso:

Appuntamento con l'antenato al Museo di Storia Naturale di Londra

Appuntamento con l'antenato al Museo di Storia Naturale di Londra
Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti i reperti piu’ antichi, i fossili di Gran Bretagna, databili fino a un milione di anni fa, sono in mostra al Museo di Storia Naturale di Londra. Rispondono alla domanda: come vivevano i nostri antenati? Il percorso include anche l’uomo di Neanderthal e l’ homo sapiens.

Chris Stringer, ricercatore al Museo di Londra:
“Se torniamo indietro agli inizi di 900,000 mila anni fa, la Gran Bretagna era un posto ben diverso da com‘è. All’epoca faceva abbastanza caldo per consentire la presenza degli elefanti, i rinoceronti che si bagnavano nelle acque del Tamigi e, in altre epoche, quando giunse l’homo sapiens faceva già molto piu’ freddo. Cosi’ i mammuth si adattarono alle nevi. La Gran Beratgna passo’ da un estremo all’altro”.

Nelle sale del museo si passano in rivista scheletri fossili e i primi monumenti funebri di migliaia di anni fa.

Uno dei segreti maggiori investe l’analisi che si fa degli ossari. I luoghi degli scavi di resti umani si trovano nell’Inghilterra occidentale ma anche nel South East e nel Kent. Alcuni ossari indicano chiaramente atti di cannibalismo.

Simon Parfitt, ricercatore, University College di Londra: “ Credo che la pratica fosse legata ai rituali. Abbiamo scoperto inoltre che i cranei venivano lavorati in modo diverso, diventavano delle coppe. Non c’erano segni di denti in nessuna delle ossa del volto o sulla mascella, quindi la testa veniva trattata in modo diverso, faceva parte del rituale. Cosi’ invece di inumare i loro morti le pratiche erano queste”.

Appena inaugurata al Museo di Storia Naturale di Londra la mostra “Un milione di anni di storia umana” resta aperta fino al 28 settembre.

Altro da le mag