ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Monuments men: sette uomini per la cultura

Lettura in corso:

Monuments men: sette uomini per la cultura

Dimensioni di testo Aa Aa

Un assedio di fan ha accolto George Clooney alla prima londinese di “Monuments Men”, film che la star di Hollywood ha scritto, diretto e interpretato.

Ispirato dalla storia vera di un gruppo di soldati in missione per salvare capolavori rubati dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale.

“È un po’ antipatico – racconta George Clooney – quando dirigi te stesso, ma non c‘è molto che si possa fare al riguardo”.

The Monuments Men racconta la più grande caccia al tesoro della storia. Un improbabile plotone viene incaricato dal presidente statunitense Franklin Delano Roosvelt di andare in Germania del recupero le opere d’arte rubate dai nazisti. La missione sembra impossibile anche perché il gruppetto di sette persone è composto da direttori di musei, curatori di mostre e storici dell’arte.

Plausi per la regia di Clooney, anche da John Goodman: “È molto preparato – fa i compiti a casa, è organizzato conosce il suo equipaggiamento e sa esattamente quel che vuole e può anche cambiare…è semplicemente molto ben preparato”.

Per i ‘Monuments Men’, come furono chiamati, si tratta di una corsa contro il tempo per evitare la distruzione di 1000 anni di cultura. Nel cast: Matt Damon, Bill Murray, John Goodman, Jean Dujardin e Cate Blanchett. Il film da questo weekend è nei cinema italiani.