ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia, ok dal Pd a Renzi, si dimette il premier Letta

Lettura in corso:

Italia, ok dal Pd a Renzi, si dimette il premier Letta

Dimensioni di testo Aa Aa

Il segretario del Partito democratico italiano, Matteo Renzi, ha di fatto tolto il sostegno del partito all’esecutivo guidato da Enrico Letta, che da parte sua ha già annunciato per domani le proprie dimissioni nelle mani del capo dello stato, Napolitano.

Su proposta del segretario la direzione Pd ha approvato un documento con cui si auspica l’avvio di una nuova fase segnata da “un nuovo esecutivo che abbia la forza politica per affrontare i problemi del paese con un orizzonte di legislatura”.

Alla votazione – conclusasi con 136 si, 16 no e 2 astenuti – non hanno partecipato i dirigenti vicini alle posizioni di Enrico Letta, che appena ieri aveva annunciato un piano per il rilancio dell’azione del governo.

Conseguenza diretta sarà la cosiddetta “staffetta” alla guida dell’esecutivo, dove con ogni probabilità arriverà lo stesso Renzi, con un programma che intende arrivare fino alla fine della legislatura, nel 2018.

Tra i punti di principale importanza, la riforma della legge elettorale e del titolo 5. della Costituzione. Uno scenario nel quale tornerà a essere decisivo il ruolo del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

Il capo dello stato, rieletto nei mesi scorsi per un secondo mandato, aveva promesso di lasciare l’incarico una volta che il parlamento avesse imboccato senza incertezze la strada delle riforme istituzionali.