ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele. Ministri partito nazionalista lasciano la Knesset durante intervento Schulz

Lettura in corso:

Israele. Ministri partito nazionalista lasciano la Knesset durante intervento Schulz

Dimensioni di testo Aa Aa

“Insopportabile sentir pronunciare menzogne alla Knesset e per giunta in tedesco”. Si riassume nell’indignato commento di Uri Orbach, Ministro israeliano del partito Focolare Ebraico, la reazione alle parole del Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz in visita in Israele. Tutti i ministri del partito nazionalista a partire dal Ministro dell’Economia Bennett, hanno lasciato l’aula durante il discorso di Schulz:

“Sono fermamente convinto” aveva detto Schulz “che una soluzione negoziata che abbia come risultato uno Stato israeliano e uno palestinese che vivono in pace l’uno accanto all’altro sia realistica. L’Unione Europea è di questo avviso ecco perchè, una volta firmato un accordo definitivo, siamo disposti a fornire un appoggio completo in termini di finanziamento e risorse umane attraverso un partenariato speciale”.

La colpa del Presidente del Parlamento Europeo era però quella di aver chiesto conferma ai deputati dell’informazione secondo cui un israeliano dispone in media di 70 metri cubi d’acqua rispetto ai 17 a disposizione di un palestinese. Di fatto sin dal 2009 anche la Banca Mondiale denuncia che Israele lascia ai palestinesi solo un quarto delle risorse idriche.