ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sochi: Hoefl-Riesch ancora regina di supercombinata

Lettura in corso:

Sochi: Hoefl-Riesch ancora regina di supercombinata

Dimensioni di testo Aa Aa

Benvenuti alla nostra rubrica olimpica.

Sci alpino – supercombinata femminile

Oggi iniziamo con lo sci alpino, dove Maria Hoefl-Riesch ha difeso il titolo nella supercombinata. Dopo la prima manche, la discesa, la tedesca era delusa per il quinto posto e per aver perso oltre un secondo dalla sua diretta rivale, l’argento a Vancouver, Julia Mancuso. Grazie a un’impeccabile prova nello slalom, pero’, la Hoefl-Riesch è tornata a sorridere, prendendosi alla fine la vittoria.

L’argento è finito nelle mani dell’austriaca Nicole Hosp. La Mancuso, che aveva accumulato un buon vantaggio nella discesa, è riuscita a conquistare almeno un bronzo. Giu’ dal podio invece la detentrice della sfera di cristallo Tina Maze, quarta.

L’oro della Hoefl-Riesch è il secondo per la Germania che, dopo un primo giorno a secco, risale nel medagliere.

Biathlon – inseguimento maschile

Dopo una deludente sprint, il biathleta Martin Fourcade ha colto il suo primo oro olimpico, nell’inseguimento. Veloce sugli sci e autore di un solo errore al tiro, il francese è salito cosi’ dal sesto al primo posto, scavalcando i rivali. Tra loro, il vincitore della sprint, il leggendario Ole Einar Bjoerndalen, che poteva superare lo sciatore di fondo Bjorn Daly, nel numero di medaglie vinte, ma ha chiuso solo al quarto posto.

Il podio è stato completato dal ceco Ondrej Moravec, perfetto al poligono e da un altro transalpino, Jean-Guillaume Beatrix, bronzo, nonostante la partenza dalla 14esima posizione.

Short-track – 1500m maschili

Nessuna sorpresa, questa volta, nello short-track. L’oro nei 1500 metri è finito nelle mani del canadese Charles Hamelin, già due volte Campione a Vancouver. Il pattinatore ha eccelso nella gara decisiva, dall’inizio alla fine. Gli ambiziosi piani del nordamericano a Sochi non si limitano pero’ a questo oro. Vuole ancora medaglie, nelle altre due competizioni individuali e nella staffetta.

L’argento è del cinese Tanyu Han, mentre il bronzo è della leggenda Victor An, che ha recentemente cambiato nazionalità, regalando cosi’ alla Russia la sua prima medaglia di sempre nella disciplina.

La visita di Putin a ‘Casa Austria’

Vladimir Putin continua a fare gli onori di casa a Sochi. Domenica, il capo di Stato russo ha visitato l’Austria Tirol House (Casa Austria). Vediamo insieme le immagini.

Dopo la vittoria nella discesa di Matthias Mayer, il Presidente Putin ha deciso a sorpresa di far visita al quartier generale austriaco, per congratularsi con il team olimpico.

Un brindisi con la delegazione, per festeggiare il 23enne sciatore, diventato il primo austriaco a laurearsi Campione Olimpico di discesa maschile, dopo Fritz Strobl, che trionfo’ nel 2002.

“Cari amici. Prima di tutto vorrei fare i miei complimenti a Mayer. Sono contento che vada tutto bene e spero continui cosi’”, ha dichiarato Putin.

E con questo, per oggi è tutto. Continuate a seguire le Olimpiadi e restate con noi.