ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I disordini in Bosnia riportano alla mente tristi ricordi per gli abitanti di Sarajevo

Lettura in corso:

I disordini in Bosnia riportano alla mente tristi ricordi per gli abitanti di Sarajevo

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi o che cosa c‘è dietro i disordini che stanno infiammando la Bosnia in questi giorni? Negli occhi di chi ha conosciuto la guerra che vent’anni fa ha portato alla dissoluzione della Yugoslavia di Tito, nel guardare quegli edifici che rappresentano un’ideale finito in cenere, c‘è tutta la delusione e la tristezza possibile.

“Ho difeso la città, cercando di salvare gli edifici dalle fiamme. Mi dispiacere vederne uno di questi distrutto da quanto è accaduto ieri”, dice un uomo.

Un altro aggiunge: “Ho salvato questo palazzo dalle fiamme nel 1992 quando i cetnici lo stavano attaccando. Fui io a salvarlo dalle fiamme e adesso sono i nostri figli che lo danno alle fiamme”.

“È stato premeditato. Com‘è possibile che gli incidenti si siano verificati contemporanemanete in città diverse come Sarajevo Mostar o Tuzla? C‘è qualcosa di sospetto”, ipotizza una donna.

“Certo che mi dispiace per i danni”, dice una persona fuori dal coro, “m la misura era colma. Quando tu parli, ma nessuno ti ascolta, credo che fosse l’unica maniera per essere intesi”.

Chi ricorda il terribile assedio di Serajevo però, non vuole tollerare questo ritorno alla violenza, malgrado l’esasperazione della popolazione bosniaca di oggi.