ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Freno all'immigrazione anche dalla UE. La Svizzera al voto

Lettura in corso:

Freno all'immigrazione anche dalla UE. La Svizzera al voto

Dimensioni di testo Aa Aa

La Svizzera domenica al voto per un referendum che già allarma Bruxelles.

Oggetto della consultazione è la proposta di porre un tetto ai permessi di lavoro e limitare l’immigrazione anche dai paesi dell’Unione Europea.

Il polso tastato per le vie di Ginevra conferma un elettorato diviso fra paura e apprezzamento degli stranieri, per il loro contributo all’economia nazionale.

“Voteremo contro questa iniziativa – dice un cittadino – perché dobbiamo riconoscere che il nostro paese trae considerevoli vantaggi dalla presenza dei lavoratori stranieri. E poi anche perché non ci sono abbastanza svizzeri per svolgere determinati lavori”.

“Io sono favorevole – replica invece un altro – perché ritengo sia arrivato il momento di porre un freno all’ingresso degli stranieri. Ci sono altri paesi come gli Stati Uniti e l’Australia che già lo fanno, e dove non è così facile ottenere un permesso di lavoro. Credo che dovremmo fare lo stesso. Non possiamo continuare a veder crescere la nostra popolazione di 80.000 persone all’anno”.

Pur senza essere membro dell’Unione Europa, la Svizzera aderisce agli accordi di Schengen sulla libera circolazione delle merci e delle persone. Qualora vincesse il “sì”, sarebbe quindi costretta a rinegoziare i suoi accordi con Bruxelles.