ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pedofilia. Vaticano: rapporto Onu ideologico, non tiene conto riforme attuate

Lettura in corso:

Pedofilia. Vaticano: rapporto Onu ideologico, non tiene conto riforme attuate

Dimensioni di testo Aa Aa

Il rapporto Onu non tiene conto delle misure adottate dalla Santa Sede contro la pedofilia. È la reazione del Vaticano al rapporto di condanna pubblicato ieri dal Comitato Onu sui Diritti dei Bambini. Rapporto che, secondo la Santa Sede, riflette una posizione più ideologica che fattuale. L’Osservatore permanente Vaticano all’Onu di Ginevra Monsignor Silvano Maria Tomasi ha ricordato le misure adottate in materia negli ultimi anni:

“La Santa Sede in quanto responsabile della Città del Vaticano ha cambiato leggi, ha istituito misure che sono dirette in maniera esplicita e decisa a prevenire abusi sessuali sui bambini” ha detto.

Nel suo rapporto il Comitato chiede l’immediata rimozione dall’incarico dei prelati colpevoli o soltanto sospettati di abusi. Si sottolineano inoltre l’impatto ed i rischi che la posizione della Chiesa in materia di aborto può aver sui minori e gli adolescenti.

Un rapporto che suona insomma come una sanzione nei confronti di Papa Francesco, il cui pontificato è tuttavia impegnato a rafforzare le riforme in materia già avviate da Benedetto XVI a partire dal 2010.