ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cinema: Festival Berlino al via, attesa per la versione integrale di Nymphomaniac

Lettura in corso:

Cinema: Festival Berlino al via, attesa per la versione integrale di Nymphomaniac

Dimensioni di testo Aa Aa

“The Grand Budapest Hotel” apre la 64esima edizione del Festival del Cinema di Berlino, in programma dal 6 al 19 febbraio. Ambientato nella prima metà del XX secolo, il film punta all’Orso d’oro con la storia di un importante concierge di un albergo lussuoso e dell’amicizia che lo lega ad un giovane apprendista, che ben presto diventerà il suo protetto.

Una trama appassionante e un cast di stelle tra cui Ralph Fiennes, Edward Norton, Owen Wilson, Tilda Swinton, Jude Law e Bill Murray. In Italia uscirà il prossimo 10 aprile.

Il pubblico segue e sostiene assiduamente la Berlinale, e questo è un vantaggio che pochi festival possono vantare.

In tanti hanno passato la notte in fila e per alcuni appassionati l’obiettivo è quello di pianificare la giornata in base alle proiezioni: “Oggi è possibile solo acquistare biglietti per questo cinema – spiega una cinefila tedesca – ma è meraviglioso poter ottenere i biglietti da oggi e fino alla fine del festival”.

“Qui si ha la possibilità di vedere i film provenienti dall’Europa dell’est e dal resto del mondo – aggiunge un’altra appassionata – Attraverso questi film conosci persone lontane, il loro modo di vivere, i loro problemi e le loro storie”.

Fuori concorso l’atteso ‘Monuments Men’ di George Clooney, che recita al fianco di un manipolo di star tra cui Matt Damon e Cate Blanchett, nelle sale italiane dal 13 febbraio.

Il film è ambientato durante la seconda Guerra Mondiale: un corpo speciale delle forze alleate, composto da direttori di musei, curatori e storici dell’arte, ha il compito di entrare in Germania per salvare le opere d’arte saccheggiate dai nazisti.

“Avere una stella come George Clooney al festival è già un successo. Sono felice che sia tornato – confessa il direttore della Berlinale, Dieter Kosslick – È stato qui diverse volte con diversi film. È molto simpatico e la gente lo ama. Benvenuto George”.

Farà parlare di sé il film tedesco “Beloved Sisters”. Ambientato nel 1788 è la storia del triangolo amoroso del poeta tedesco Friedrich Schiller con due sorelle.

Il fragile equilibrio del loro triangolo amoroso salta quando una delle due sorelle rimane incinta, ma il protagonista è determinato a lottare per entrambe le sorelle. Con questo film il regista tedesco, Dominik Graf, si interroga sulla possibilità di vivere una forma non convenzionale di amore.

Attesissimo, fuori concorso, anche il film-scandalo “Nymphomaniac Volume I” di Lars von Trier, che verrà mostrato per la prima volta nella versione integrale di sei ore.

Una storia selvaggia e poetica, il viaggio erotico di una donna dalla nascita fino all’età di 50 anni. Joe è interpretata dall’attrice francese, Charlotte Gainsbourg. La colonna sonora è stata affidata al gruppo heavy metal tedesco dei Rammstein.

Tra le pellicole in concorso quattro film tedeschi ma nessun italiano. Il Belpaese sarà presente nella sezione Panorama con “In grazia di Dio” di Edoardo Winspeare e con “Felice chi è diverso” di Gianni Amelio.

La Berlinale mostrerà in 11 giorni 400 film e offrirà 23 produzioni internazionali. 20 le pellicole che si contendono l’Orso d’oro.