ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: non venduti i quadri di Mirò, opposizione esulta

Lettura in corso:

Portogallo: non venduti i quadri di Mirò, opposizione esulta

Dimensioni di testo Aa Aa

Christie’s annulla l’asta di 85 opere di Joan Mirò appartenenti al governo portoghese: una vendita che avrebbe dovuto fruttare oltre 36 milioni di euro, con i quali il governo di Pedro Passos Coelho avrebbe voluto ripianare parte dei debiti della BPN, una banca nazionalizzata nel 2008.

La magistratura aveva appena respinto un ricorso contro la vendita, presentato da un gruppo di deputati dell’opposizione: ma il verdetto lasciava una finestra aperta a nuovi ricorsi, e la casa d’asta londinese ha ritenuto che non vi fosse sufficiente certezza giudiziaria per gli eventuali compratori.

La BPN si trovava sull’orlo del fallimento a causa di alcune operazioni fraudolente, aggravate dalla crisi finanziaria: fu nazionalizzata, ma poi il Governo l’ha rivenduta nel 2011 a una banca privata per 40 milioni di euro, realizzando al contempo due veicoli finanziari per mantenere in capo allo Stato una parte dei beni, compresi i quadri di Mirò, e soprattutto i debiti, pari a quattro miliardi di euro. Un pessimo affare, secondo l’opposizione che vorrebbe almeno mantenere in Portogallo quei quadri.