ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Agenzie di rating, la Corte dei Conti indaga sui downgrade

Lettura in corso:

Agenzie di rating, la Corte dei Conti indaga sui downgrade

Dimensioni di testo Aa Aa

Si può dare un prezzo al patrimonio culturale, artistico, letterario e persino cinematografico di un Paese? Stando alla Corte dei Conti italiana, non solo si può, si deve.

Specialmente quando, dalle proprie valutazioni (“rating” in questo caso specifico) dipendono i destini di un’intera economia.

Si è espresso proprio in questo modo l’organo costituzionale nel notificare alle agenzie Standard & Poor’s, Moody’s e Fitch un’inchiesta sui downgrade del 2011 e del 2012. I quali, dicono i giudici, sono costati all’Italia almeno 117 miliardi di euro (basti pensare all’impennata dei costi di rifinanziamento).

Secondo il procuratore regionale della Corte dei Conti del Lazio Raffaele De Dominicis le agenzie, che hanno respinto con decisione le accuse, avranno ora due mesi per rispondere.