ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, a Monaco scontro tra Kozhara e Klitschko

Lettura in corso:

Ucraina, a Monaco scontro tra Kozhara e Klitschko

Dimensioni di testo Aa Aa

Fianco a fianco, in un pubblico dibattito, il ministro delle Finanze ucraino Leonid Kozhara e uno dei leader dell’opposizione, Vitaly Klitschko. Il primo mostra foto di violenze compiute ai danni dei manifestanti, il secondo parte con le accuse al movimento.

“Siete con i gruppi estremisti che mostrano emblemi che ricordano quelli Nazisti?” ha attaccato. “Siete con loro? Siete con gli estremisti che che attaccano la polizia con le molotov?”

Solidarietà all’opposizione Ucraina arriva fuori dalla conferenza di Monaco. Sono gli immigrati provenienti dal Paese che era parte dell’Unione Sovietica, che hanno per bersaglio, più ancora di Yanukovich Vladimir Putin. Il presidente russo campeggiava su foto con le scritte “giù le mani dall’Ucraina”.

“Ne abbiamo abbastanza – ha detto parlando ai manifestanti Klitschko -di crimini, di corruzione, di attendere un futuro migliore. Siamo stati pazienti a sufficienza, ma non possiamo più aspettare”.

Mosca è irritata dall’incontro tra il segretario di Stato americano, John Kerry, e i rappresentanti dell’opposizione ucraina. Al vertice sulla sicurezza è presente anche il senatore John McCain, che non esclude sanzioni da parte statunitense.

“Penso – ha dichiarato – che sia il modo più efficace per cercare di porre fine alle violenze in corso. Stiamo già preparando le sanzioni da adottare e il governo fa lo stesso. Lavoreremo assieme al governo”.

Kiev potrebbe storcere il naso anche davanti all’invito rivolto all’attivista Dmytro Bulatov, oggetto di un mandato di cattura dopo essere stato rapito e torturato da ignoti. Gli è stato rivolto dal ministro degli Esteri tedesco Steinmeier.