ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia flagellata dal maltempo

Lettura in corso:

Italia flagellata dal maltempo

Dimensioni di testo Aa Aa

Forti disagi a Roma, allerta in Toscana con particolare attenzione alla zona del pisano, stato di allerta per le valanghe in Veneto. È allarme maltempo in mezza Italia e anche al sud il forte vento ha costretto a interrompere i collegamenti marittimi tra Napoli e le isole del Golfo.

A Roma e provincia, dove nelle ultime 24 ore sono caduti tra i 90 e i 130 millimetri di acqua, soprattutto nella notte, moltissime aree si sono allagate. In città, dove sindaco e Prefetto hanno attivato le procedure per far fronte all’emergenza, una frana distaccatasi da una collina ha travolto alcune baracche e si cercano eventuali dispersi.

Nella capitale si contano 3.000 chiamate al 118 e 500 soccorsi. Preoccupa il livello del Tevere che continua a crescere a causa della pioggia incessante. Al momento la situazione più critica nel Lazio è a Ostia, dove continua a piovere forte. 60 persone erano state ospitate nella sede del municipio, evacuate dalla Piana del Sole. Un treno in viaggio sulla linea ferroviaria Roma-Viterbo è uscito dai binari a seguito di una piccola frana.

Mattinata critica in Toscana. L’allerta è stata estesa fino alla mezzanotte di domani, dove si attendono fino a 50 millimetri di pioggia. A Volterra è caduto un tratto di mura medioevali di circa 30 metri e sono state evacuate 11 famiglie.

Il maltempo non ha risparmiato anche altre zone della penisola, con abbondanti nevicate e black out in montagna e collegamenti difficoltosi con le isole. A Venezia l’acqua alta ha raggiunto i 125 centimetri.

Il Consiglio dei ministri ha “assunto provvedimenti, con allocazione di risorse”, per le emergenze legate al maltempo in Liguria e Emilia ma “stiamo seguendo le emergenze che si sono sviluppate attorno a Roma e Pisa”, ha detto il premier Enrico Letta al termine del Cdm.