ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Fra i misteri di Vermeer

Lettura in corso:

Fra i misteri di Vermeer

Dimensioni di testo Aa Aa

Tim Jenison, un inventore texano, tenta di risolvere uno dei più grandi misteri in ogni arte: come ha fatto il maestro olandese del 17 ° secolo Johannes Vermeer (famoso per “La ragazza con l’orecchino di perla”) a dipingere in modo foto-realistico 150 anni prima dell’invenzione della fotografia?

Siamo nel docu film “Tim’s Vermeer” che ha appena debutatto a Los Angeles. La pellicola è stata diretta e prodotta dal famoso duetto Penn e Teller.
Il progetto di ricerca epica che Jenison intraprende per testare la sua teoria è straordinario come quello che scopre.

TELLER, ILLUSIONISTA ED ARTISTA:
“ Mi piace scoprire dove c‘è il trucco perchè quando ti fermi all’illusione, cioe’ l’effetto finale, cogli solo un aspetto. Questo naturalmente è un film che esplora i risvolti di questa incredibile prodezza e come ci si è arrivati”.

TIM JENISON, INVENTORE: “Se la mia teoria è giusta e funziona bene possiamo dire che Vermeer era un furbastro, una specie di inventore oltre a dimostrare che lavorava sodo. Ogni tela rappresentava sei mesi di lavoro quindi un procedimento molto a fondo che produceva poi una opera pittorica perfetta”.

Nel film il lavoro del maestro fiammingo viene simulato dall’artista britannico David Hockney.

Il protagonista va anche in pellegrinaggio a Buckingham Palace per vedere un capolavoro di Vermeer nella collezione della Regina.

DAVID HOCKNEY, ARTISTA E FOTOGRAFO: “Credo che sia il metodo che ha veramente adoperato, ed è affascinante,veramente affascinante il suo metodo del 1660.”

Lungo otto anni, l’avventura di Jenison lo porta a Delft, in Olanda, dove Vermeer dipinse i suoi capolavori e arriva fino a ricostruisce l’atelier dell’artista.