ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I vincitori dei Guild Awards

Lettura in corso:

I vincitori dei Guild Awards

Dimensioni di testo Aa Aa

Per il suo film “Gravity” il messicano Alfonso Cuarón ha vinto il premio al miglior regista che ogni anno viene attribuito dal sindacato dei registi di Hollywood.

Alfonso Cuarón, regista :“E’ un grande onore che il tuo lavoro ottenga il riconoscimento dei tuoi colleghi. Sono circondato da registi che conosco da anni e che ammiro molto, divento sempre molto nervoso quando parlo con loro”.

Cuarón diventa quindi il primo autore cinematografico ispanico che ottiene questo premio considerato come un’ottima anticamera per sapere chi si aggiudicherà l’oscar del migliore regista. Aggiungendo anche i Golden Globe di quest’anno Cuarón è in pole position per l’oscar.

Jehane Noujaim, già nominata agli oscar, ha avuto qui il premio per il suo documentario “The Square” dedicato alla rivoluzione egiziana. Il lavoro di Noujaim è stato premiato anche nei festival di Dubai, Sundance e Toronto.

Jehane Noujaim, regista:
“Vorrei dedicare questo premio ai miei compagni egiziani che continuano a lottare per strada. Ieri il nostro direttore del suono è stato arrestato e molta gente con la quale ho parlato sta lottando”.

Attraverso lo sguardo degli egiziani cosi’ diversi fra loro “The Square“ racconta la situazione che sconta il paese dal 2011. Il fulcro della rivoluzione è sempre piazza Tahrir al Cairo dove la protesta ha abbattutto il regime di Mubarak e poi rigettato il governo di Mohamed Mursi.