ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lettura in corso:

"Frankenstein sono io!"


Cultura

"Frankenstein sono io!"

Con “Io, Frankenstein” spunta una nuova versione cinematografica dello zombi piu’ famoso.

Sulla traccia del romanzo di Kevin Grevioux ecco una dark fantasy col mostro che ingaggia battaglia.
Nella città di Darkhaven è in atto la lotta tra il Bene e il Male: i demoni vogliono conquistare la terra e i Gargoyles proteggono l’umanità. Adam cioè(Frankestein) farà parte delle forze del Bene con l’aiuto di una scienziata (Yvonne Strahovski), unico personaggio umano del film.

Aaron Eckhart, attore: “Mi ha attratto la storia, quella di un uomo che viene ripudiato dal padre, che vaga sulla terra, solo, ostracizzato, a caccia di uno scopo nella vita, cerca se stesso. La percepisco coma una storia che ho già vissuto, ci sono stati momenti nella vita in cui mi sono dentito cosi’. Credo che chiunque veda il film ad un certo punto percepisca cose analoghe”.

La grande battaglia porta il regista a girare moltissime scene d’azione e di scontri a colpi di arti marziali.

Aaron Eckhart, attore:
“Mi piace l’azione delle arti marziali filippine, col bastone kali che adoperi per difenderti, non ne avevo mai sentito parlare, cosi’ ho impiegato 6 mesi di allenamento per rendere credibile le mie scene senza uccidere me o altri”.

Adam Frankenstein è formato da sei cadaveri ma ha una sua propria intelligenza. Opera del regista Stuart Beattie è adesso in uscita in tutto il mondo.
In Italia è già in sala.

La nostra scelta

Prossimo Articolo
"One Land, Many Faces", gli artisti alla ricerca dell'identità europea

generation-y

"One Land, Many Faces", gli artisti alla ricerca dell'identità europea