ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri bloccano l'anticipo di voto in Thailandia

Lettura in corso:

Scontri bloccano l'anticipo di voto in Thailandia

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli scontri tra manifestanti anti-governativi e sostenitori del governo bloccano l’anticipo di voto in Thailandia, a una settimana dalle legislative. I disordini hanno portato alla chiusura di numerosi seggi, accrescendo la possibilità di uno slittamento del voto in programma il 2 febbraio.

Un esponente dell’opposizione è rimasto ucciso in un attacco avvenuto in circostanze non chiare, nel quale sono rimaste ferite anche 9 altre persone: “Quando abbiamo svoltato – dice un testimone – hanno sparato diverse volte. Hanno sparato contro di noi”.

Le autorità hanno annunciato la chiusura di quasi tutti i seggi a Bangkoke in alcune province meridionali, dopo che migliaia di manifestanti avevano cercato di bloccarne l’accesso chiedendo di sabotare il voto, convocato dalla premier Yingluck Shinawatra per cercare di porre fine a una crisi politica che dura ormai da mesi.

Oltre a chiedere le dimissioni della premier, gli oppositori vogliono l’istituzione di un “Consiglio del popolo” che approvi norme anti-corruzione prima di votare.