ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Entrano nel vivo a Ginevra i colloqui diretti sulla Siria

Lettura in corso:

Entrano nel vivo a Ginevra i colloqui diretti sulla Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

Entrano nel vivo a Ginevra i colloqui diretti tra la delegazione del governo siriano e quella dell’opposizione, dopo un breve incontro inaugurale.

Accantonato il nodo delle dimissioni di Assad, le parti cercano un compromesso per compiere piccoli passi concreti, come cessate-il-fuoco in determinate aree per permettere l’arrivo degli aiuti umanitari.

“Siamo stati istruiti dall’ufficio del presidente Assad – dice il vice-ministro degli Esteri siriano Faisal al-Mikdad – al fine di contribuire al successo di questo incontro e costruire il futuro della Siria in modo da soddisfare il popolo siriano”.

La conferenza di pace è stata sull’orlo del collasso ieri, proprio quando sarebbero dovuti iniziare i colloqui diretti: “Non è facile per noi sedere con la delegazione che rappresenta gli assassini di Damasco – dice Anas al-Abdah, membro della delegazione dell’opposizione -. Non è il momento di focalizzarsi sui dettagli, dobbiamo pensare al quadro globale. In Siria è in corso una vera catastrofe”.

Il mediatore delle Nazioni Unite Lakhdar Brahimi è riuscito a convincere le parti a restare al tavolo delle trattative per cercare un accordo su piccole concessioni, nel tentativo di fornire aiuti agli sfollati, oltre un terzo della popolazione siriana.