ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La protesta di Victoria: l'Ue sanzioni Kiev

Lettura in corso:

La protesta di Victoria: l'Ue sanzioni Kiev

Dimensioni di testo Aa Aa

Un cartello e tanta grinta. Victoria, giovane studentessa ucraina, è scesa in strada da sola a Bruxelles per chiedere l’introduzione di sanzioni contro Kiev. Il picchetto solitario davanti la sede del servizio diplomatico europeo.

“Non potevo aspettare” ha dichiarato ai microfoni di Euronews “L’Ucraina non può aspettare. Sto pensando di venire qui tutti i giorni o andare davanti l’ambasciata Ucraina per far sentire la mia voce”.

Intanto dai governi europei arrivano le prime reazioni. Convocati a Parigi, Varsavia e Berlino gli ambasciatori ucraini, cui sono state richieste spiegazioni sulle violenze degli ultimi giorni.