ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: l'entrata in vigore delle leggi anti-protesta infiamma la piazza

Lettura in corso:

Ucraina: l'entrata in vigore delle leggi anti-protesta infiamma la piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Aumenta la tensione in Ucraina in vista dell’entrata in vigore delle leggi restrittive della libertà di protesta, questo mercoledì.

Lunedì notte il centro di Kiev è stato teatro di scontri violenti tra polizia e manifestanti, dopo due mesi di proteste pacifiche. Le tensioni sono cominciate domenica con una maxi manifestazione contor le leggi approvate frettolosamente la settimana scorsa. L’eseperto di diritto Roman Romanov:

“Tutte le definizioni che abbiamo in questi testi di legge sono poco chiare. Cosa si intende per estremismo, per attività politica o agente straniero. Nessun avvocato nel paese potrebbe darvi una chiara interpretazione di queste leggi”.

Nella notte decine di giovani hanno creato disordini. Secondo i manifestanti antigovernativi, si è trattato di provocatori pagati dal governo per attaccare i dimostranti o provocare scontri con la polizia.
Alcni dimostranti:
-“Sono scandalizzata, come il resto della popolazione ucraina, perché queste leggi infrangono i nostri diritti civili, sono anti-democratiche”.
-“La parola ‘libertà’ non esiste più in Ucraina. Abbiamo restrizioni che ci sono state imposte e che non vogliamo accettare”.

Il nostro corrispondente Sergio Cantone:
Probabilmente il governo dovrebbe cominciare a rivedere la scelta fatta perché si tratta di diritto, ma con una forte valenza politica”.